I'm just a girl trying to find a place in this world

I'm just a girl trying to find a place in this world

ponte della luna

Autunno sull’appennino modenese, i luoghi da non perdere

Per me non c’è cosa più bella che trascorrere l’autunno sull’appennino modenese e di cose da vedere e fare ce ne sono tantissime.

Tra borghi, luoghi naturali e poco conosciuti, tigelle e buona compagnia non ti annoierai di sicuro.

Ponte del Diavolo o Ponte Ercole

Partiamo da una breve escursione nel bosco perfetta per l’autunno sull’appennino modenese e raggiungiamo il Ponte del Diavolo dell’Emilia-Romagna.

Il ponte si trova nel territorio del Frignano, non lontano da Pavullo e Lama Mocogno. Su Google Maps puoi scrivere “parcheggio per Ponte Ercole” e arriverai in uno spiazzo dove lasciare la macchina. Da qui, sulla destra, parte un sentiero molto suggestivo in mezzo al mezzo bosco che in circa 30 minuti ti porterà davanti a questa strana scultura.

Questo monolite infatti è lungo 33 metri e ha una forma così particolare a causa delle erosioni degli agenti atmosferici e del tempo. Inoltre in epoca romana era considerato un luogo sacro.

A causa della sua forma così strana, il ponte è anche stato attribuito al diavolo. Infatti una leggenda racconta che un contadino, stanco di allungare la strada ogni giorno, chiese al diavolo di costruire un ponte in cambio della propria anima. Il diavolo quindi prese il monolite dalla vetta della montagna ma, mentre scendeva a valle, incontrò una setta di streghe. Il mostro ne rimase talmente incantato che non si accorse del sorgere del sole. Fu quindi costretto a scappare e a lasciare il monolite dove si trova ancora oggi.

Fai però attenzione a non mettere la testa nei buchi altrimenti verrà mozzata dal demonio.

autunno sull'appennino modenese

Castello di Brandola

Nel comune di Polinago, a pochi chilometri da Ponte Ercole, si trova il Castello di Brandola.

La storia di Brandola è molto antica, infatti era uno dei centri della resistenza ghibellina contro i guelfi. Nel 1268 il castello venne raso al suolo dai ghibellini che infine si arresero. Dopo vari conflitti con il Comune di Modena, il castello di Brandola passò alla famiglia dei Montecuccoli, poi a Pio di Carpi.

Il castello oggi è visitabile solo all’esterno ma il piccolo borgo circondato dalle mura che vi è nato attorno è molto carino per una passeggiata.

Ponte della Luna

Un altro luogo bellissimo da vedere in autunno sull’appenino modenese è il Ponte della Luna a Riolunato. I colori di questa stagione gli fanno da contorno insieme alla bellissima cascata che si butta nel fiume Scoltenna.

Ovviamente il nome del ponte ha anche spiegazioni “fantastiche”, infatti si dice che la luna si specchi nella cascata sotto il ponte.

autunno sull'appennino modenese

Ponte della Fola

Raggiungiamo ora il ponte più importante del Frignano, ovvero il Ponte della Fola che si trova fra Riolunato e Pievepelago.

Nel Medioevo collegava la Toscana e il Pelago ma non si hanno molte altre notizie storiche. Inoltre il nome potrebbe riferirsi a “fola”, ovvero favola, riferendosi alle storie che i pastori raccontavano sul ponte.

Infatti l’arcata del Ponte della Fola veniva attribuita ad entità soprannaturali. Solo i frati che trascrivevano gli antichi testi conoscevano le tecniche di costruzione. La leggenda del ponte ha come protagonisti infatti un frate che beffa il demonio perché voleva scegliere come prima anima da far transitare un un gatto, un cane, un gallo o una capra.

Inoltre gli abitanti del paese raccontano che sui sassi sotto il ponte si vedano ancora le impronte dei diavoli.

autunno sull'appennino modenese

Fiumalbo

Una meta da non perdere per trascorrere l’autunno sull’appennino modenese è sicuramente Fiumalbo, un borgo medievale tra le montagne.

Il nome di Fiumalbo probabilmente deriva dalle acque (fiumen-albo) degli affluenti (Rio le Pozze e Rio Acquicciola) che abbracciano il borgo.

Il paese si gira tranquillamente a piedi lasciando la macchina lungo il Rio a sinistra del centro. Consiglio inoltre di passeggiare lungo il fiume e i muraglioni la cui funzione era quella di proteggere il paese dalle piene dei fiumi.

A Fiumalbo dovete assaggiare per forza il croccante, un dolce tipico di questo borgo che solitamente è fatto a rotolo e con le mandorle.

Lago Santo Modenese

Si potrebbe andare in autunno sull’appennino modenese anche solo per vedere il Lago Santo, una meraviglia della natura in questa stagione.

Segui le indicazioni fino al parcheggio del Lago Santo a pagamento (1€ l’ora e 4€ per l’intera giornata) e percorri il sentiero adatto a tutti che in circa 10 minuti ti porterà al lago. Potrai fare il giro del lago e rifocillarti in uno dei due rifugi, il rifugio Giovo o Alpino Vittoria.

I colori autunnali sono pazzeschi e si riflettono nelle sue acque color smeraldo.

autunno sull'appennino modenese

Tigelle e gnocco fritto

Belli i colori dell’autunno, ma immagino che dopo tutti i chilometri a piedi ti sarà venuta fame. Direi quindi di optare per i must di Modena e provincia, ovvero tigelle e gnocco fritto.

Frequento la zona da un po’ per cui mi sentirei di consigliarti l’Euro Bar a Lama Mocogno o la Baita del Duca alle Piane di Mocogno.

Spero che questi spunti su cosa fare in autunno sull’appennino modenese ti siano piaciuti e ti saranno di aiuto.

LEGGI ANCHE: CASCATE IN EMILIA-ROMAGNA, ELENCO DELLE PIU’ BELLE E COME ARRIVARE

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email